SABATO 14 OTTOBRE

 

E’ giunto il momento di salutare anche Bordeaux, ma all’edicola della stazione trovo un interessantissimo libro che racconta la storia dei suoi tram. “I tram di Bordeaux” di Christophe Dabitch, giornalista, ripercorre la storia dei vecchi mezzi su rotaia della città fino alla loro eliminazione il 7 dicembre 1958. Il sindaco di allora era talmente convinto della scelta di eliminare i tram che nell’ultimo giorno di esercizio organizzò una festa con parata di tram, e le foto documentano come quel giorno i cittadini di Bordeaux facessero a gara per portarsi via come ricordo un pezzetto dei veicoli su rotaia che stavano uscendo di scena. Quello stesso sindaco, rimasto in carica per ben 47 anni, osteggiò con forza la prima ipotesi di ritorno del tram in città all’inizio degli anni Novanta. “Io l’ho soppresso e di ripristinarlo non se ne parla neanche”. Naufragata per problemi economici l’ipotesi del VAL, e soprattutto, uscito di scena il vecchio sindaco, finalmente il tram può tornare a Bordeaux. Per tre anni, la città si trasforma in un immenso cantiere, e nel 2003 le tre linee sono inaugurate.

Alle 11.05 precise, il treno Corail Téoz lascia la stazione di Bordeaux Saint Jean. Il viaggio per Montpellier dura quattro ore, poco prima dell’arrivo, vedo dal finestrino nel nuovo deposito della linea “2”, ancora da terminare, i nuovi tram dalla caratteristica livrea a fiori. Arrivato in albergo, accendo un attimo il televisore, giusto in tempo per vedere su Raiuno un servizio su Melbourne e sui suoi tram, quando si dice la fortuna!

MONTPELLIER

A differenza delle altre città visitate, che non conoscevo ancora, per Montpellier si tratta di un gradito ritorno sul “tram des hirondelles”, il tram delle rondini, disegnate sulle fiancate delle vetture. Qui la linea è stata inaugurata il 1° luglio 2000, con un successo che supera ogni previsione. Nessuno avrebbe mai pensato di arrivare a trasportare 110.000 passeggeri al giorno, tanto che si procede ben presto ad un allungamento delle vetture alle quali vengono inserite due semicasse centrali, portandone la lunghezza da 30 a 40 metri.

In centro, il tram passa in place de la Comédie, sempre animatissima! Qui, la sede tranviaria divide i tavoli all’aperto dall’interno dei ristoranti, per cui i camerieri attraversano continuamente i binari per servire i clienti!

Due immagini del “tramway des hirondelles” in place de la Comédie

 

Le corse si susseguono per tutta la giornata con una frequenza di 5 minuti (fatto inusuale per una città di 200.000 abitanti), e subito si progetta la seconda linea. Oggi la linea “2” (di ben 19 km) è quasi pronta e sarà inaugurata nel prossimo mese di dicembre, mentre già si progetta la linea numero 3. Per saperne di più, si può consultare il sito internet della TAM (Transports de l’Agglomeration de Montpellier): www.tam-way.com

 

La linea

1

Odysseum – Mosson

Percorrenza: 45’ (km. 15,2)

Frequenza feriale 5’, sabato 6’, festiva 10/15’, serale 15’

La linea parte da Odysseum dove si trova un centro divertimenti con multicinema da 16 sale, bar, ristoranti e sale giochi. Prosegue per Porte Marianne, il Centro Commerciale Antigone, la stazione ferroviaria (Gare St. Roch), l’animatissima Place de la Comédie. Da qui la linea, per superare un dislivello, prosegue in discesa per un breve tratto in sotterranea,  incontrando successivamente, stadio, università e ospedali. Oltrepassata la fermata Saint Paul, dove c’è la diramazione per il deposito, il tram entra nella zona di Mosson (quartiere popolare) dove effettua capolinea. Sul percorso, ci sono quattro parcheggi sorvegliati d’interscambio (Mosson, Euromédecine, Occitanie e Odysseum), gratuiti per gli abbonati al tram

Capolinea Odysseum

 

Capolinea Mosson

 

Centro Commerciale Antigone

Gare Saint Roch

Il parco veicoli

Il parco veicoli si compone di 30 vetture tipo Citadis 301 per la linea “1”, numerate da 2001 a 2030, mentre sono in fase di consegna le vetture a fiori che saranno impegnate a partire da dicembre sulla nuova linea “2”. All’inaugurazione della linea, le 30 vetture erano lunghe 30 metri e articolate su 3 casse. In seguito, l’intero parco fu gradualmente modificato con l’inserimento di due semicasse centrali portandone la lunghezza a 40 metri, per far fronte all’inaspettato aumento dei passeggeri trasportati.

Tram in uscita dalla fermata del Centro Commerciale Antigone

 

Tram in arrivo al capolinea di Odysseum

 

 

continua...domenica 15 ottobre

I tram di Mulhouse, Valencienne, Bordeaux e Montpellier

Torna alla homepage