Mondo Tram
IL TRAM DEL SABATO di Filobustiere

Ogni sabato appuntamento con un'immagine di tram e la sua storia

(8 ottobre 2005) - I convogli CAF (Construcciones y Auxiliar de Ferrocarriles) di Met.Ro.

Quando sono incominciate a circolare le prime notizie che la Società Metroroma avrebbe sostituito i vecchi elettrotreni della linea A dopo 25 anni di onorevole servizio con altri di costruzione spagnola, credo che fra l'utenza nonchè fra gli addetti ai lavori, non sono stati pochi coloro che hanno arricciato il naso in virtù di pregiudizi che vorrebbero i tedeschi, i francesi e, perchè no, gl'italiani, depositari esclusivi della tradizione delle costruzioni ferroviarie.
Poi è incominciato a circolare anche un nome "CAF" che ha suscitato non poche e scontate ironie per la sua assonanza con i centri di assistenza fiscale. Finalmente il 12 Gennaio alla vista del primo bellissimo e confortevole ETR di costruzione CAF entrato in servizio, sono stati dimenticati tutte le riserve ed i pregiudizi della vigilia per scoprire che la ditta fornitrice dei 34 complessi ferroviari bloccati, è una delle maggiori del mondo, leader nel campo del trasporto su rotaia e pertanto con tutte le carte in regola per assicurare prodotti di alto livello e di massima affidabilità.
La fondazione di queste industrie spagnole risale al 1917 ma in tale anno si ricostituì ciò che era stato addirittura impiantato nel 1860 ossia agli albori della civiltà della rotaia. I suoi stabilimenti sono presenti nei due continenti anche se la sede principale è in Spagna.
Le produzioni vanno dai veicoli per metropolitane a quelli per l'alta velocità anche basculanti e bitensione, passando per veicoli tranviari e progettazioni chiavi in mano.
I convogli metro CAF corrono nelle visceri della terra di tre continenti da Città del Messico ad Honk Kong ed ora anche in quelli della nostra capitale. Anche nel campo del trasporto urbano in superfice è presente con la rete tranviaria di Siviglia, Bilbao, Lisbona e Valencia mentre non sono pochi i contratti dove le forniture hanno avuto un rapporto esteso con contratti di manutenzione poliennale.
Per quanto riguarda il prodotto "ROMA" si tratta di elettrotreni bloccati costituiti da sei elementi del tipo ad ambiente unico secondo i più recenti indirizzi per la tutela della sicurezza passiva e per la velocità d'incarrozzamento dei passeggeri. Il convoglio risulta schematizzato dalla sequenza Rcp-M1-M2-M2-M1-Rcp
dove le unità di testa sono portatrici di cabina e pantografo mentre le unità intermedie di motori. Quindi ne risulta che il treno consiste a sua volta di due complessi autonomi di tre segmenti riflessi il che gli conferisce un'elevata flessibilità d'impiego nei casi d'interventi straordinari di manutenzione ad uno dei due. Le carrozzerie sono autoportanti e costruite con l'impiego di alluminio.
I lati contano ciascuno quattro porte per vettura per un totale dunque di 24 ingressi a doppio battente.
Vediamone sommariamente le caratteristiche tecniche.
Ogni veicolo poggia su due carrelli. Quelli delle unità M1 e M2 accolgono due motori alimentati mediante catenaria da corrente a 1500Vcc.
Per quanto riguarda il complesso nella sua totalità, può accogliere 216 passeggeri seduti, 4 postazioni H e 992 in piedi. Gli ambienti e le cabine sono climatizzati.
Molta cura è stata altresì conferita all'informazione con monitor e display che indicano la direzione e le fermate che si susseguono. Gli ambienti destinati ai passeggeri sono videosorvegliati ed, in situazioni di emergenza, possono intercomunicarsi con il personale. La lunghezza dei complessi bloccati è di circa 108 mt.
Per quanto riguarda gli elettrotreni via, via dismessi, li attende una nuova vita. Subiranno infatti un profondo processo di revamping presso le officine sociali secondo un progetto di cui alleghiamo foto. Grazie a questi interventi a cura dei bravi dirigenti e maestranze di Met. Ro., saranno pronti per altri decenni di servizio sulla linea B.

Grazie dell'attenzione e buona domenica a tutti.

Filobustiere

 


 

Tutte le foto per gentile concessione di Met. Ro.
(Metropolitana di Roma Spa)