Mondo Tram
IL TRAM DEL SABATO di Filobustiere

Ogni sabato appuntamento con un'immagine di tram e la sua storia

10 luglio 2004: Wuppertal oggi

Quando si pensa a Rouen, non si può non ricordare che proprio in questa città nella piazza del "Vieux Marchè" fu bruciata viva Santa Giovanna d'Arco.

Ma a lato di ciò sono veramente tanti i suoi motivi d'interesse artistico che le hanno conferito il secondo nome di "città museo". Con i suoi 320.000 abitanti circa incluso i sobborghi, essa ha rappresentato altresì una dimensione conveniente per il ritorno del tram, sulla scia di quanto era stato fatto in altre città francesi. Così il 1994 ha visto l'inaugurazione di una nuova linea del nostro amato mezzo di trasporto dopo 41 anni di assenza. Gli è stato assegnato il curioso nome di Metrobus per esaltare le sue doti di intermodularità.

Attualmente la sua rete consta di due linee a forma di Y della lunghezza di circa Km 13. Grosso modo l'oltre Senna vede le due linee divaricarsi, mentre il gambo attraversa il centro storico e la stazione SNCF. Quest'ultimo ramo è per lo più in sotterraneo per la lunghezza di Km. 1,7. Il passaggio del fiume avviene su un ponte stradale pre-esistente dopo che i convogli sono usciti dal tunnel. Le stazioni sono 31 fra quelle sotterranee e quelle all'aperto. Il parco vetture è assicurato da 28 veicoli GEC-Alsthom modello Citadis simili e coevi di quelli di Grenoble e quelli della linea T1 di Parigi (vedi puntate precedenti). Ogni convoglio misura mt 29,40 ed è costituito da 2 casse articolate di cui circa la metà della lunghezza a piano ribassato.

Il sistema Metrobus di Rouen ha avuto, come in altre città francesi, un'accoglienza più che entusiasmante da parte dell'utenza. Il Metrobus, come auspicava il suo nome, ha costituito volano per una riconsiderazione del trasporto pubblico. Nei giorni di punta e di scuola, 150.000 passeggeri si rivolgono al sistema del trasporto in comune, di cui il 30% al nuovo tram. Com'è pensabile, ciò ha stimolato da parte della TCAR (la locale direzione del trasporto) una serie di progetti per estendere la già apprezzabile rete.

La prima foto è tratta da cartolina del 1900.
Le successive 2, 3, 4 rappresentano più o meno la stessa zona in corrispondenza tra l'ingresso del tunnel ed il passaggio della Senna ossia riva destra (centro storico) e riva sinistra (le nuove agglomerazioni).

 

Buona domenica e saluti ai trammofili d'Italia.

 

 

 

Le foto by Filobustiere