COMUNICATO STAMPA

Firenze, 04 Ottobre 2002

SOTTOPASSO DI PIAZZA VITTORIO VENETO, I BUS DA 18 METRI POTRANNO SVOLTARE A DESTRA SUL LUNGARNO VESPUCCI

Due prove perfettamente riuscite. Questa mattina intorno a mezzogiorno e oggi pomeriggio verso le 16 sono stati effettuati due test per verificare la possibilità per i bus in arrivo da Ponte alla Vittoria di svoltare a destra sul Lungarno Vespucci. Il risultato è stato positivo: i mezzi da 18 metri riescono a svoltare a destra senza particolari problemi. E' stato già colmato il dislivello e nei prossimi giorni il tratto di strada sarà asfaltato.
Per quanto riguarda il sottopasso o meglio il numero di corsie per senso di marcia, la larghezza di ogni carreggiata è nove metri e quindi consente la realizzazione di tre corsie da tre metri per ciascun senso di marcia. La decisione di prevederne concretamente soltanto due, lasciando così ampi margini su entrambi i lati segnalati come zone franche dal traffico, vuole evitare la formazione di rallentamenti nel tratto in cui i mezzi escono dal sottopasso per rimmettersi in viale Fratelli Rosselli, tratto che come il Ponte alle Vittoria ha due corsie.
La questione sollevata dal nuovo regolamento di attuazione del codice della strada emanato a gennaio 2002 (quando ormai i lavori erano in avanzata fase di realizzazione) che ha portato a 3 metri e mezzo la larghezza della corsia non riguarda il sottopasso. Il decreto attuativo esclude infatti non solo i lavori in corso al momento della pubblicazione, come appunto quello di piazza Vittorio Veneto, ma anche le opere per le quali sono già stati approvati i progetti definitivi. E quindi l'opera è perfettamente a norma.
La terza corsia verrà comunque realizzata al momento dell'apertura del parcheggio sotterraneo di Piazza Vittorio Veneto e sarà utilizzata anche dai mezzi in ingresso al posteggio. (mf)