COMUNICATO STAMPA

Firenze, 18 Febbraio 2005

TRAMVIA, A METÀ MARZO INIZIANO I LAVORI IN VIA SANSOVINO E VIA FOGGINI PREDISPOSTI PARCHEGGI SCAMBIATORI, UNA NAVETTA E CORSIE PROTETTE PER L'ATAF

Inizieranno a metà marzo i lavori preparatori della tramvia in via del Sansovino e in viale Talenti e via Foggini in corrispondenza del sottopasso. In contemporanea entreranno in funzione anche i primi parcheggi scambiatori (per un migliaio di posti auto) collegati al centro storico dalle linee Ataf deviate per l'occasione e che utilizzeranno percorsi protetti per rendere il trasporto pubblico più "appetibile". E' quanto ha annunciato questa mattina il vicesindaco Giuseppe Matulli che ha fatto il punto dei prossimi lavori della tramvia. Erano presenti anche Piero Sassoli, direttore generale di Ataf, Andrea Bacci direttore sempre per Ataf della tramvia e Fabrizio Pettinelli, responsabile d'esercizio dell'azienda per il trasporto pubblico.
Dal punto di vista amministrativo, l'Ati (associazione temporanea di imprese) che realizza la tramvia ha consegnato ai comuni di Firenze e Scandicci il progetto esecutivo della linea per l'approvazione definitiva, con le osservazioni e le prescrizioni degli organi competenti. Unica eccezione il ponte sull'Arno che collegherà piazza Paolo Uccello al parco delle Cascine per il quale il progetto esecutivo era già stato approvato e i lavori iniziati il 1° dicembre, data da cui è iniziato il conto alla rovescia dei 1.000 giorni per terminare l'intera prima linea come previsto dal contratto. "La prossima settimana riconsegneremo alle imprese il progetto esecutivo della tratta approvato - spiega il vicesindaco Matulli - e a metà marzo inizieranno i lavori preliminari in via del Sansovino e in viale Talenti-via Foggini in corrispondenza del sottopasso. In questa prima fase si tratta di un intervento che non comporterà rilevanti disagi dal punto di vista della circolazione, previsti invece a partire dalla fine di aprile quando sarà chiuso il sottopasso". I lavori di preparazione riguardano il controviale di via del Sansovino (con lo spostamento dei sottoservizi) e la predisposizione delle corsie a fianco del sottopasso che saranno utilizzati al momento della chiusura. Per ridurre il numero dei veicoli privati sulle strade, gli uffici comunali hanno predisposto, già da metà marzo, una serie di parcheggi scambiatori per un totale di 900-1000 posti auto. Si tratta delle aree sosta nella zona di via Simone Martini, via Piombino, via del Cavallaccio e i parcheggi a servizio del Warner Village. Successivamente saranno messi a disposizione ulteriori mille posti auto. I parcheggi scambiatori saranno collegati alla zona della stazione di Santa Maria Novella dalle linee Ataf 1 e 80, appositamente deviate. Per rendere il trasporto pubblico più funzionale, sarà realizzato ex novo un itinerario protetto in direzione centro storico che garantirà una maggior regolarità e velocità alle linee 1, 9 e 16. Nella prima fase la corsia preferenziale sarà istituita il viale Talenti, via Palazzo dei Diavoli e via del Bronzino; quando verrà chiuso il sottopasso di via Foggini, l'itinerario protetto si estenderà anche in via Fra' Diamante e via Antonio del Pollaiolo. A fine aprile entrerà in funzione anche il servizio di navetta che collegherà, nella fascia oraria 7-21 con una frequenza di 10 minuti, i parcheggi scambiatori alla zona della stazione di Santa Maria Novella passando per lungo l'Arno. "Abbiamo individuato questo percorso - aggiunge Sassoli - per collegare i parcheggi scambiatori all'area di Novoli e Careggi grazie all'attestazione di una linea all'interno del parco delle Cascine, raggiungibile attraverso la passerella dell'Isolotto, e diretta verso la zona nord-ovest". Ai parcheggi scambiatori sul territorio fiorentino si aggiungeranno anche quelli individuati sul territorio di Scandicci nei pressi dei capolinea delle linee Ataf. Per quanto riguarda le tariffe, il vicesindaco Matulli precisa che per incentivare l'utilizzo dei parcheggi scambiatori sarà istituita una tariffa di 2,5-3 euro giornaliera, sull'esempio di altre città, comprensiva di sosta e di biglietto per il bus o la navetta.
Il vicesindaco Matulli aggiunge che è stato avviato un percorso di incontri con i rappresentanti del Quartiere 4 e delle categorie economiche per predisporre gli interventi più specifici relativi ai singoli cantieri, ad iniziare da via del Sansovino. "E' impossibile eliminare i disagi - precisa il vicesindaco - ma lavoriamo insieme per ridurre quanto più possibile le ripercussioni per i residenti e gli operatori economici della zona. La costruzione della rete della tramvia è una grande sfida per lo sviluppo e la modernizzazione della nostra città, è un'impresa ciclopica che per essere realizzata ha bisogno dell'impegno e del sostegno di tutti" conclude Matulli. (mf)