Mondo Tram

TORINO IN TRAM di Mauro P.

Le serie 3100 - 3250



Motrici 3105 e 3190 in sosta "prolungata" in corso Tortona, di fronte al Deposito GTT
Questi tram sono i più vecchi attualmente (primavera 2003)
in circolazione sulla rete torinese, risalendo i primi modelli alla fine degli anni '40. L'intera serie entrò in servizio entro il decennio successivo.
Anche in questo caso subirono una profonda trasformazione in coincidenza con l'introduzione della riscossione automatica, che eliminò la rimpianta figura del bigliettaio. Per questo motivo tra il 1977 e il '78 il colore passò dal verde a due tonalità all'arancione che ancora le contraddistingue.
Motrici agili in quanto monocassa, e dotate di una buona accelerazione, sono purtroppo scomparse dal panorama cittadino. Sono state le prime vittime del progetto di ammodernamento dell'Azienda di trasporti, che tende a ridurre l'età media dei mezzi in circolazione. La loro dimensione ridotta le rende meno adatte a sopportare i flussi di utenza per cui vengono utilizzate solamente come rinforzo, soprattutto sulle linee 15 e 16, in ora di punta o in occasione di eventi speciali. Fino a pochi anni fa erano invece in regolare servizio sul 13 e sul 16 e facevano la comparsa anche sul 18.
 
Forse la loro condanna è iniziata con la soppressione della linea per la quale avevano l'esclusiva:
 

Linea 12 Deposito ATM Venaria - Stadio Comunale
Era considerata la linea "lenta" per eccellenza. I tempi di attesa alle fermate erano piuttosto lunghi, anche perché transitava attraverso luoghi di grande traffico, quali Stazione Dora, il mercato di Porta Palazzo, Porta Nuova e Largo Orbassano, da sempre calvario degli automobilisti a causa del flusso di veicoli che giornalmente lo attraversa e dei lavori infiniti del Passante Ferroviario. Per lo stesso motivo erano anche mezzi molto vivaci e sovraffollati, soprattutto in occasione delle partite di calcio, quando ancora si giocavano al vecchio stadio. In quelle occasioni le più capienti "2800" arrivavano però in aiuto...
Dopo lunghi periodi di gestione automobilistica a causa dei cantieri che hanno interessato vaste porzioni del percorso, l'Azienda dei trasporti ha deciso di sopprimerla, o meglio trasformarla in linea di autobus prima, e spezzarla in 2 tronconi poi (linee 11 e 12), comunque gestite con mezzi su gomma. Tutto ciò ha colto molti di sorpresa, soprattutto dopo tante promesse secondo le quali la linea sarebbe ritornata tranviaria e addirittura prolungata verso sud!
 

Ormai la flotta di "3000" è ridotta a un paio di decine di unità, mentre diverse motrici giacciono abbandonate dentro e fuori del Deposito Tortona, offrendo uno spettacolo triste e desolante. Purtroppo sono abbastanza pessimista sul loro destino, e ho motivo di credere che nel giro di pochi mesi spariranno del tutto dalla scena cittadina. Con esse un pezzo di storia tranviaria torinese finisce tra i ricordi...