Mondo Tram

TORINO IN TRAM di Mauro P.

Binari e ricordi

Con questa nuova rubrica comincio un viaggio attraverso le rotaie ormai "orfane" di tram, ovvero vado alla ricerca dei binari che in un passato più o meno recente hanno visto sferragliare le vetture tranviarie e che ormai sono soltanto più fonte di ricordi e di nostalgia. Molti tratti sono stati smantellati anche in questi ultimi anni e non ho fatto -ahimè- in tempo ad immortalarli, ma le strade torinesi nascondono ancora diverse sorprese, e proveremo a scoprirle insieme.
Ovviamente sarà il pretesto per parlare un po' delle linee del passato, soprattutto degli anni '70 e '80.
Per il periodo precedente lascio il testimone agli altri validi collaboratori del sito...
 
LA LINEA 12
Si comincia con una linea che ha avuto vita non facile.
Nata nel 1982 in seguito alle proteste dei cittadini che con la riforma tranviaria avevano perso la linea  9 che collegava la zona nord con lo Stadio Comunale, fu introdotta su un percorso abbastanza simile:
Deposito Venaria (ex linea 19), Via Venaria (rit. Via Lanzo), Via Stradella, Stazione Dora, Via Cecchi, Via Cigna, Rondò della Forca, Porta Palazzo, Via XX Settembre, Via Arsenale, Via S.Secondo (rit. Via Sacchi, Porta Nuova, Via XX Sett.), Corso Stati Uniti, Corso Re Umberto, Corso Einaudi, Corso De Gasperi(fino al 1987, poi Corso Duca degli Abruzzi), Largo Orbassano, Corso Orbassano(rit. Corso IV Novembre), Corso Sebastopoli(Stadio).
Fu una linea assai travagliata, per vari motivi.
Sul suo percorso si concentrarono col tempo diversi cantieri: a nord, in Via Stradella, quello per l'interramento della ferrovia Torino-Ceres, e a sud quello per il Passante Ferroviario, in Largo Orbassano. Per lunghi periodi fu quindi esercitata con autobus. Oltre a ciò, la nascita del nuovo Stadio delle Alpi andò a scapito del Comunale, e anche la linea tranviaria che lo serviva perse parte della sua utilità. A partire dal 1997 le corse furono affidate esclusivamente ai mezzi gommati. In seguito, con il rifacimento del mercato di Corso Sebastopoli, si arrivò allo smantellamento dei binari in corrispondenza del capolinea sud. La sfortunata linea 12 venne archiviata per sempre.
Per ulteriori informazioni rimando al mio 2° servizio di Luglio 2003.
 


Via Stradella. I binari sono ancora collegati al resto della rete, e c'è anche la linea aerea.


Via Lanzo. Il binario di andata verso il capolinea nord (alle spalle del fotografo) è ancora utilizzato dalle motrici del 3 che si recano al Deposito Venaria, e fino al 2002 lo era anche da quelle del 9 verso Piazza Stampalia.


In Piazza Stampalia le vetture del 12 che svoltavano in Via Venaria per giungere al vicino capolinea avevano la precedenza su quelle del 9.


Via Venaria. Il percorso di ritorno dal capolinea verso il centro. Vale lo stesso discorso già fatto per il binario di Via Lanzo. In questo caso però la sede binari è utilizzata anche dagli autobus (linee 11 e 77) e dai taxi.


Il tratto centrale del 12 era in comune con altre linee tuttora esistenti. Qui invece impegnava un tratto "in proprio": da Via S.Secondo svoltava in Corso Stati Uniti. E' evidente che il binario non è più collegato al resto della rete, e anche la linea aerea è sparita.


Poco più avanti rispetto alla foto precedente. Da Corso Stati Uniti il binario svoltava a sinistra in Corso Re Umberto(quello di destra era un raccordo). Il binario opposto è tuttora utilizzato dal 15 e, fino a metà dicembre, vi transitava anche il 4.


Corso Orbassano, direzione sud. Fino a qualche tempo fa il binario era connesso alla rete cittadina, ma con i lavori di rinnovo binari di Largo Orbassano è stato tagliato fuori. Si nota la presenza della linea aerea. Al ritorno il 12 transitava in Corso IV Novembre verso il centro.


Piazza Santa Rita. Da qui il 12 si immetteva in Via Tripoli, ormai nei pressi del capolinea sud.


Via Tripoli. Con il rifacimento del mercato di Corso Sebastopoli, il tratto finale di binario è stato completamente smantellato alla fine del secolo scorso. E' curioso notare che qui non ci sono più le rotaie ma è rimasta la linea aerea. Sullo sfondo, il campanile di Santa Rita.


Non rimane più traccia di binario neanche in Via XX Settembre direzione sud, Via Bertola e Corso De Gasperi. Quest'ultimo tratto fu abbandonato nell'autunno 1987 a favore del più fluido Corso Duca degli Abruzzi.