IL TRAM ZONA PER ZONA 

PORTELLO-DE FERRARI-BRIGNOLE

 

La zona

Nella zona più centrale della città, il nodo più critico rimane quello di Brignole, dove confluiscono diverse correnti di traffico. Va detto altresì che qualcosa è migliorato con l’eliminazione del traffico privato da piazza Giuseppe Verdi, ma qualche problema di accumulo si presenta puntualmente nella parte bassa di via XX Settembre e nella zona della Questura.

 

Il percorso del tram

In uscita dalla galleria Garibaldi, la sede tranviaria mantiene la sua collocazione lato mare anche in piazza Portello, ove effettua fermata, indi percorre con le stesse modalità la galleria Nino Bixio e piega a destra in via Roma, ove effettua fermata in corrispondenza di salita Santa Caterina. Su via Roma, riservata ai tram, il transito è a centro strada fino a raggiungere piazza De Ferrari, con fermata in prossimità delle scale della metropolitana. Di qui si imbocca via XX Settembre, riservata ai tram, con sede tranviaria a centro strada e marciapiedi allargati. Fermate in prossimità del Ponte Monumentale e subito prima dell’incrocio con via Brigata Liguria. Subito dopo l’ultima fermata di via XX Settembre ci sarà uno scambio per dividere la linea “A” dalla linea “B”. La “A” svolta a sinistra su via Fiume con rotaie lato giardini, e prosegue su piazza Giuseppe Verdi (fermata) con rotaie il più possibile vicine alla stazione.

 

Incrocio di due tram della linea “A” (Sampierdarena-Molassana) davanti a Brignole

 

Indi prosegue lato ferrovia in doppio senso per via Tolemaide. All’altezza di via Archimede imbocca la stessa con sede riservata e si dirige verso piazza Giusti e corso Sardegna.

La “B” da via XX Settembre prosegue per via Cadorna, con rotaie lato giardini, corso Buenos Aires (2 fermate e rotaie lato monte) fino a piazza Tommaseo.

Inoltre, per eliminare almeno in parte il giro vizioso che dovrebbero compiere le vetture della linea “B” per immettersi o uscire dalla linea nelle corse da/per deposito Gavette, dovrà essere realizzato un raccordo su viale Duca d’Aosta (binari accanto all’aiuola). In questo modo, da corso Buenos Aires, le vetture svoltano a destra su viale Duca d’Aosta e poi ancora a destra su via Tolemaide, proseguendo per Gavette sul percorso della linea “A”. Questo raccordo potrà anche essere usato, in un secondo tempo, da una nuova linea tranviaria, la “C”, con il compito di sussidiare le due linee “A” e “B” nelle tratte più frequentate creando un collegamento sul percorso Staglieno – corso Sardegna – via Archimede – via Duca d’Aosta – corso Buenos Aires – Corso Gastaldi – viale Benedetto XV – Ospedale San Martino.

 

Modifiche alla rete degli autobus

Anche in questa zona, la rete degli autobus sarà ristrutturata. Le linee 12, 13, 14, 17, 18, 19 e 20 saranno soppresse e sostituite dalle tranvie. La linea 15 sarà limitata in piazza Verdi e le linee secondarie provenienti da Levante e Val Bisagno saranno attestate in corrispondenza delle nuove linee A e B.

Altre linee potranno essere accorpate per collegare diametralmente due quartieri con il centro e con le nuove tranvie. Ad esempio, per la linea 34, si ipotizza un percorso come l’attuale da Staglieno a Corvetto, con proseguimento per via Roma, De Ferrari, via Dante, e poi per Carignano e via Vannucci, in sostituzione del 35. Le linee 33 e 36 potrebbero costituire un’unica linea da Principe per piazza Merani con transito per circonvallazione a monte, con l’eventuale istituzione di corse barrate tra Manin e Brignole nelle ore di punta.

 

Tram della linea “B” in transito a Piazza De Ferrari

La viabilità

Le novità di maggior rilievo per quanto riguarda la viabilità in zona sono rappresentate dalla chiusura al traffico privato di via XX Settembre e dalla pedonalizzazione di via Interiano, piazza Fontane Marose e via XXV Aprile. 

In via XX Settembre passeranno soltanto i tram a centro strada e i marciapiedi saranno allargati. Tuttavia, in alcune fasce orarie definite, vi potranno accedere i veicoli merci per veloci operazioni di carico e scarico.

Un provvedimento del genere, che poteva sembrare impensabile fino a qualche anno fa, può essere ora attuato in considerazione del fatto che, con l’inversione del senso di marcia messa in atto dal piano Winkler, il traffico nella via è sensibilmente diminuito. Il flusso di traffico che ora la percorre in direzione est è previsto in ulteriore diminuzione grazie al nuovo sistema di trasporto pubblico più efficace e funzionale, e potrà essere deviato su via Dante-galleria Colombo-via Macaggi. 

Chiusa al traffico privato anche via Roma, invariata  la  situazione  di Corvetto  -Via Serra - 

Via De Amicis. 

In via Fiume il traffico proveniente/diretto da/per via De Amicis scorrerà sulle due corsie lato Ministero delle Finanze, mentre le due corsie lato giardini saranno riservate al tram.

Confermata la chiusura al traffico privato di piazza Verdi.

Il primo tratto di via Tolemaide (fino all’altezza di via Archimede) sarà ridotto per la presenza della doppia rotaia tranviaria.

In via Cadorna, si potrà accedere da via Fiume e da via Brigata Liguria in direzione Levante. 

Via Brigata Liguria sarà interamente a doppio senso, per consentire ai veicoli di imboccarla da via Fiume e proseguire per via Diaz o via Ippolito D’Aste.

Corso Buenos Aires resta a senso unico in direzione Levante, le due corsie più a monte saranno riservate ai mezzi pubblici (ad eccezione del filobus “30” che, in direzione Foce, transiterà sulla corsia più a mare in sede promiscua).

 

Via XX Settembre, con binari a centro strada e marciapiedi allargati

Via Roma

continua.....

 

Un tram per Genova

Torna alla hmepage di Mondotram